L’8 e il 9 maggio, in Puglia, la terza edizione di Evoluzione Naturale. Assaggi, degustazioni e convegni

Ida De Carolis

, Eventi

Dopo due rinvii a causa della pandemia, Evoluzione Naturale torna per far parlare, in Puglia, gli artigiani del vino sostenibile del Belpaese. 

Assaggi, degustazioni e convegni. Sono solo alcuni degli elementi di Evoluzione Naturale, il salone dei vini artigianali che torna nella storica città della ceramica l’8 e il 9 maggio 2022.

Per la terza edizione, prevista inizialmente a fine Gennaio 2022 e rinviata a causa della pandemia, si cambia location. Per quest’anno il palcoscenico non sarà l’ex Convento dei Cappuccini – chiuso per lavori di ristrutturazione – ma la storica Masseria Lella posseduta dai Cicinelli e che si trova lungo l’itinerario percorso dai grottagliesi per recarsi in pellegrinaggio al santuario della Madonna della Mutata, luogo cui la comunità era, ed è, molto legata.

Sarà Matteo Gallello, cronista del vino e specializzato in editoria enogastronomica, a coinvolgere i winelovers con interessanti laboratori di degustazione e convegni. Attesissimo, l’approfondimento sull’uso dell’argilla e sulla sua relazione con il vino che vedrà la partecipazione di Elisabetta Foradori, vignaiola a Mezzolombardo, tra le prime in Italia a studiare questo connubio e utilizzare le anfore per la vinificazione.

Nella due giorni pugliese i vignaioli si presenteranno con degustazioni aperte al pubblico, del settore horeca e appassionati, con l’obiettivo di portare a conoscenza di una platea sempre più vasta filosofie, metodi di lavoro, in vigna e in cantina in assoluta armonia con la natura.

Insomma, Evoluzione Naturale con le sue 80 aziende e oltre 500 etichette in degustazione si prospetta un appuntamento imperdibile per operatori ed appassionati dell’artigianalità della terra.

Lascia un commento